Evviva, Elodie non ce l’ha più con Masini (dopo due anni)

Dopo quasi due anni dall’incidente diplomatico che la vide protagonista con Marco Masini, Elodie torna a parlare di quanto successo dietro le quinte di Sanremo 2020.

Sanremo 2020. Diodato vince. Sul palco Bugo e Morgan danno spettacolo. Dietro le quinte si consuma il dramma Elodie – Masini. Ricordate cosa è successo?

Prendiamo le parole della cantante a Verissimo. Era fine febbraio 2020. Sul tavolo della questione ci sono delle battute reiterate di Masini sulla magrezza di Elodie.

Ci sono state battute sulla magrezza. Succede nella mia vita da quando ho 10 anni. Marco Masini è solo il pretesto per parlare dell’argomento. Ognuno ha una sua fragilità e vive alcuni argomenti con particolare accortezza. Bisognerebbe stare più attenti a come si usano le parole. La mia poi è una magrezza sana e nel caso in cui ci fosse una preoccupazione sarebbe bello usare toni diversi. Altrimenti diventa derisione. Spesso capita a noi donne, dobbiamo sempre rincorrere la perfezione fisica. Basta. Dovremmo pensare ad altro, ad essere all’altezza di cose più importanti dell’aspetto fisico. Che è importante, ma è importante piacersi per come si è, non per come si dovrebbe essere. Volevo solo sottolineare questo. Mi disturba una battuta come ‘mangia di più’. Ne ho parlato per parlare anche per le altre, prendo sempre le difese delle altre persone, tendo a non tacere. Ma non c’è risentimento. Io gioco tanto, cerco sempre di farla finire in leggerezza. Non mi ha fatto nulla di grave, non ho niente contro di lui. Ho solo raccontato di una cosa che mi era accaduta’

Per riassumere velocemente il messaggio della cantante: Marco Masini mi ha fatto body shaming.

Che sia stato veramente così o che fosse, forse più probabilmente, il tentativo del cantautore toscano di fare un complimento venuto male, non ne abbiamo certezza, perchè Masini non è mai tornato sull’argomento. Elodie, invece, sì. Più volte. Nonostante avesse affermato di non avercela con lui. Nonostante avesse detto che lei tende sempre a far finire in leggerezza queste discussioni. Nonostante avesse mostrato di apprezzare, in passato, la sua ironia. E se anche questa lo fosse stata?

‘Prendo sempre le difese delle altre persone, tendo a non tacere’. Già. Tanto che questa sua profonda arringa in difesa del genere femminile si è trasformata, dapprima a Sanremo 2021 e poi a Le Iene di settimana scorsa, in un vero e proprio nuovo genere televiso, quello dei monologhi dolenti da donna (per citare quanto detto da Massimo Galanto su TvBlog).
Galanto dice che:

La sensazione è che la televisione italiana negli ultimi tempi non sappia più fare a meno di un nuovo genere, quello del monologo dolente della donna. Un genere che di solito prevede che l’artista (cantante, attrice, conduttrice, ecc) racconti le difficoltà del suo passato, si rivolga direttamente alle donne (ormai di questioni femminili possono parlare solo le donne, altrimenti è mansplaining) e, laddove possibile, rimbrotti gli uomini. Le regole basiche sono: tono appassionato e dolente, un mix di storia personale e di frase dal sapore retorico, e un’inquadratura che tende a stringersi sempre di più sullo sguardo della protagonista.
I temi sono più o meno sempre gli stessi: la libertà della donna di fare ciò le pare, il rapporto con la bellezza, la perfezione che non esiste, gli sguardi degli uomini, quasi sempre colpevoli (Elodie spiega su Italia 1 che “molti uomini vogliono dominarci, controllarci e difenderci come se fossimo una loro proprietà“), la consapevolezza di se stesse, i figli, le violenze subite.

In pratica Elodie a Verissimo.

Pare però, fortunatamente, che questa appassionante ed avvincente soap opera sia finalmente giunta al termine. La scorsa settimana, sempre a Le Iene, Elodie è stata protagonista di un gioco condotto da Savino e dalla Gialappa’s: il passaparolaccia.

Nel gioco vengono mostrate otto foto di otto persone con cui Elodie ha condiviso momenti della sua vita, nel bene e nel male. L’identità di queste persone rimane sconosciuta al pubblico: Elodie associa loro una parola senza che si sappia a chi. Le otto persone sono: Marco Masini, Amadeus, Marracash, Matteo Salvini, Fedez, Mario Balotelli, Emma Marrone e Diletta Leotta.

Ad un certo punto le mostrano una foto. Lei si agita. Il commento della Gialappa’s è ‘ha perso la testa vedendo la foto, ti dico solo questo’. Savino chiede se con questa persona ci abbia proprio litigato. Lei afferma che sì, ma che litiga un pò con tutti, ci tiene a comunicare.

Il conduttore incalza: ‘senza farci capire di chi stai parlando, spiegaci perchè a quei tempi ti sei incazzata’.

Elodie risponde: ‘perchè dovevo lavorare ed è stata una persona poco sensibile, mi parlava di una cosa che mi dava molto fastidio. Gli avevo spiegato che mi dava molto fastidio e gli avevo detto di cambiare discorso. Lui continuava, continuava e alla fine sono impazzita. Poi non abbiamo fatto pace‘.

Questa è l’occasione per fare pace!’ (dopo quasi due anni e nessuna replica dall’altra parte, nda)

Sempre Elodie: ‘Posso dire chi è questa persona, così facciamo pace qui, dai, basta? Marco Masini, non sono più arrabbiata con te. Ero nervosa, dovevo lavorare, ero tesa. Mi dispiace’.

La parola scelta da Elodie per descrivere Masini è ‘un bravissimo cantante’. Savino commenta dicendo: ‘Ah ecco, vedi, perchè l’abbiamo svelato, altrimenti avrebbe detto stronzo’.

E sulla promessa di onestà da parte di Elodie la speranza è che si metta definitivamente un punto a questa storia che, dopo quasi due anni dall’inizio, di gioco e leggerezza, per citare la cantante romana, ha veramente poco.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: