Renato Zero – Più su

E poi
Di colpo eccomi qua,
Sarei arrivato io,
In vetta al sogno mio,
Com’è lontano ieri
E poi,
Più in alto e ancora su,
Fino a sfiorare Dio,
E gli domando io:
‘Signore, perché mi trovo qui,
Se non conosco amore?’

Sboccia un fiore malgrado nessuno lo annaffierà,
Mentre l’aquila fiera, in segreto a morire andrà,
Il poeta si strugge al ricordo di una poesia,
Questo tempo affamato consuma la mia allegria
Canto e piango pensando che un uomo si butta via,
Che un drogato è soltanto un malato di nostalgia,
Che una madre si arrende ed un bambino non nascerà,
Che potremmo restare abbracciati all’eternità

E poi,
Ti ritrovo qui,
Puntuale al posto tuo,
Tu spettatore, vuoi, davvero,
Ch’io viva il sogno che non osi vivere te
Questa vita ti sfugge se tu non la fermerai
Se qualcuno sorride, tu non tradirlo mai
La speranza è una musica antica,
Un motivo in più,
Canterai e piangerai insieme a me,
Dimmi lo vuoi tu?
Sveleremo al nemico quel poco di lealtà,
Insegneremo il perdono a chi dimenticare non sa
La
E poi,

La paura che senti è la stessa che provo io,
Canterai e piangerai insieme a me,
Fratello mio!
Più su, più su, più su,
Ed io mi calerò nel ruolo che è ormai mio,
Finche ci crederò, finche ce la farò
Più su, più su, più su

Fino a sposare il blu,
Fino a sentire che,
Ormai sei parte di me
Più su, più su, più su

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: