Carbazing arriva nei digital store con Segno doppio, il suo primo EP

Arrivato nei digital store venerdì 22 aprile 2022, Segno doppio è il primo EP di Carbazing.

Prodotto da Giovanni Scuor e Leonardo Duriavig, distribuito da The Artist Garage, Segno doppio è il primo EP di Carbazing.

Sei i brani racchiusi in questo lavoro. Sei storie d’amore che si intrecciano. Fotografie che l’autore condivide con il suo pubblico, lasciando un’immagine reale e concreta di quello che vuol dire innamorarsi e vivere di quest’emozione, nel bene e nel male. Senza dimenticare, mai, la serenità. Anche solo per averci provato.

Racconta Carbazing:

Nello zodiaco il segno doppio (gemelli, bilancia e pesci) è sempre visto bonariamente come problematico, per l’intensità dei comportamenti, l’ambivalenza dei significati e la mutevolezza degli umori. L’EP racconta quindi di come questi tre segni doppi si siano intrecciati nella vita. Diverse storie d’amore che culminano poi nella storia d’amore più importante di tutte: quella per se stessi.

Le tracce sono disposte secondo un ordine che rispecchia quanto è accaduto all’artista, ma in realtà la circolarità degli eventi riesce a chiudersi anche qualora uno decidesse di ascoltarlo da qualsiasi traccia in poi seguendo l’ordine. Ecco la tracklist:

  1. Il nome mio qual è
  2. Luna Park
  3. 1956
  4. Una Roma intera
  5. Grigio
  6. Segno doppio

Il primo singolo estratto è stato Una Roma intera, uscito lo scorso 15 luglio, mentre il 24 settembre è stato pubblico Grigio. Il primo concerto è stato a Le Mura di Roma a febbraio 2022.

Il nome mio qual è. Un passo indietro per restare sconosciuti.

Luna Park. Un altro giro se ti va, mi chiedi dove andiamo, se torniamo in città, pare di stare al Luna Park. non aspettarmi in piedi ma ritornerò.

1956. Che diagnosi perfetta fai: incongruenti, incompatibili, imperfetti. Fra Parigi e Roma sei, 1956. Mi sono reso conto che ho iniziato a dimenticare quello che ci dicevamo, quello che ci scrivevamo all’una di notte, per messaggio.

Una Roma intera. Non mi basta una Roma intera per fuggire via da te.

Grigio. Quasi invidiabile la nebbia che ti avvolge ormai.

Segno doppio. Non era il momento ad essere sbagliato, non c’entrava la sfortuna di incontrarsi un pò per caso. Non sarebbe potuto accadere nulla di più. Eravamo alla deriva, come continenti in viaggio.

Un EP che si ascolta piacevolmente e che ti lascia la voglia di essere riascoltato. Brani freschi, che si muovono bene e che, soprattutto per quanto riguarda 1956, Una Roma intera e Grigio, colpiscono per la loro immediatezza. Per quanto siano calati nella realtà della nostra contemporaneità e per quanto possano essere allo stesso tempo sia intimamente personali sia spaccati di vita rappresentativi di ognuno di noi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: